Fai Login o Registrati per scaricare i media e creare liste
Copertina
Suggerisci modifica o segnala un errore

Hypnerotomachia Poliphili

Biblioteca Marciana,

DESCRIZIONE

Il Poliphilo gode oggi di grande e universale apprezzamento e notorietà, grazie al fatto che testo e immagini corrono strettamente intrecciati lungo i fogli, in una euritmia della pagina che rende il volume un emblema del Rinascimento. L'edizione non ebbe grande successo nel mercato coevo, ma la sua bellezza e il mistero che la pervade l'hanno resa attraente agli occhi dei posteri. Il Poliphilo è enigmatico ed ermetico per molti versi: nella lingua, nella storia, nell'identificazione stessa dell'autore del testo, nella possibilità di riconoscere l'autore dei disegni e gli intagliatori delle xilografie. Anzitutto singolare e anomalo è il fatto che il nome di Aldo e la data «Venetiis mense decembri M.ID. In aedibus Aldi Manutii, accuratissime» compaiono unicamente in calce all'errata corrige finale. La dedica iniziale, inusualmente estranea al Manuzio, è del veronese Leonardo Grassi, verosimilmente il finanziatore, rivolta a Guidobaldo di Montefeltro duca d'Urbino. Il carattere tipografico romano minuscolo e maiuscolo, le iniziali xilografate, e il gusto nella composizione della pagina dichiarano comunque l'autorità di un'edizione aldina. Editore: Aldo Manuzio.

DETTAGLI

FORMATO : PDF
LINGUA : italiano; latino
LICENZA : CC-BY-NC-ND
ARGOMENTI : # in Narrativa / NARRATIVA CLASSICA (PRIMA DEL 1945)
PAESI : Italia