Fai Login o Registrati per scaricare i media e creare liste
Copertina
Suggerisci modifica o segnala un errore

DESCRIZIONE

Avendo ottenuto dal Senato veneziano il privilegio decennale (del 23 luglio 1500), Aldo Manuzio il 15 settembre 1500 finì di stampare il testo volgare delle Epistole nella versione curata dal frate Bartolomeo Alzano. A stampa conclusa, Aldo antepose al testo la propria introduzione, consapevole e pia, rivolta al cardinale Francesco Piccolomini, nipote del futuro papa Enea Silvio, e portante la data del 19 settembre. Un medesimo gusto di sobrietà classica nel soggetto e nell'intaglio accomuna la xilografia a piena pagina con santa Caterina stante (c. 10v) ai fogli del Poliphilo e ad altre illustrazioni veneziane, quali le figure riferite al disegno di Benedetto Bordon inserite nelle Regulae monasticorum, stampate da Lucantonio Giunta nell'aprile del 1500. La sapienza compositiva dei torchi di Aldo seppe inserire entro gli spazi della figurazione alcuni inserti tipografici con motti legati alla santa, fra i quali si individua il primo comparire del corsivo, un'anticipazione di quello che diventerà il carattere fondamentale per gli enchiridi aldini degli anni successivi. Editore: Aldo Manuzio.

DETTAGLI

FORMATO : PDF
LINGUA : italiano
LICENZA : CC-BY-NC-ND
ARGOMENTI : # in Biografie e storie vere / Diari e lettere
PAESI : Italia