Fai Login o Registrati per scaricare i media e creare liste
Copertina
Suggerisci modifica o segnala un errore

“Nani sulle spalle dei giganti”, storia di un aforisma

Encyclomedia

DESCRIZIONE

All’interno di un’appassionata apologia del pensiero antico Bernardo di Chartres, a cui tale aforisma è originariamente attribuito, definisce i contemporanei come coloro i quali, rispetto agli antichi, possono vedere più lontano solo perché possono sollevarsi alla loro altezza, in quanto seduti sulle spalle dei giganti (nos esse quasi nanos gigantum humeris insidientes). Il ricorrere dell’aforisma nella storia della filosofia, e in particolare in quella medievale, pone l’inevitabile questione se esso debba venir inteso come dichiarazione di umiltà dei contemporanei nei confronti degli antichi o, viceversa, esplicita dichiarazione di superiorità dei primi verso il pensiero loro trasmesso.
Fa parte del corso: Medio Medioevo - Filosofia

DETTAGLI

FORMATO : HTML
LINGUA : italiano
LICENZA : Tutti i diritti riservati
ARGOMENTI : # in Scienze umane / Filosofia / Storia della filosofia occidentale / Filosofia occidentale del Medioevo e del Rinascimento: dal 500 al 1600
LIVELLO SCOLASTICO: Scuola secondaria di 2° grado