Fai Login o Registrati per scaricare i media e creare liste
Copertina
Suggerisci modifica o segnala un errore

Amyris. Poema in onore del sultano Mehmet II, di Gian Mario Filelfo

;

E-codices,

DESCRIZIONE

Gian Maria Filelfo avrebbe composto l'Amyris negli anni 1471-1476 su richiesta dell'amico Othman Lillo Ferducci di Ancona. Con questo lungo poema latino si intendeva ringraziare il sultano Mehemt II per aver liberato il cognato di Ferducci, fatto prigioniero dai Turchi in occasione della presa di Costantinipoli nel 1453. Gian Mario Filelfo avrebbe fatto decorare il manoscritto a Firenze con una decorazione a „bianchi girari“, l'avrebbe fatto rilegare ad Urbino con una bella legatura rinascimentale italiana ed in seguito l'avrebbe offerto al duca di Urbino Federico da Montefeltro, presso la cui corte soggiornò dal 1477 al 1478. (jeg)

DETTAGLI

FORMATO : Pergamena - 314 pp. - 20.7 x 14.1 cm - Firenze - fine del sec. XV (cf. H. Aubert et A. Dufour) o verso il 1478-1480 (cf. B. Gagnebin)
LINGUA : latino
LICENZA : CC-BY-NC-ND 4.0
ARGOMENTI : # in Letteratura / Letteratura: storia e critica / Letteratura, storia e critica: studi generali / Letteratura, storia e critica: letteratura antica, classica e medievale
TAG : tag: Manoscritti , Pergamena
FONTE : Genève, Bibliothèque de Genève, Ms. lat. 99