Fai Login o Registrati per scaricare i media e creare liste
Copertina
Suggerisci modifica o segnala un errore

Miti senza tempo dal mondo antico raccontati dal poeta Ovidio

DESCRIZIONE

I vari racconti sono traduzioni dalle Metamorfosi di Ovidio, adattate alle conoscenze linguistiche e alla base culturale media di ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, senza tuttavia mai alterare il messaggio poetico e umano di un grande Poeta. All’interno dei singoli miti sono talora omessi dei passi che possono appesantire la lettura, per es. miti entro altri miti. Va precisato subito che la presente non è una traduzione integrale delle Metamorfosi ma solo di quei racconti che, nella loro modernità e attualità, possono maggiormente interessare il pubblico per cui il presente lavoro è stato pensato. L’ambizione del libro è quella di riuscire a divertire i ragazzi, e insieme arricchire il loro bagaglio culturale. Per questo motivo ad ogni racconto seguono delle annotazioni in forma di domanda e risposta, con cui si cerca di stimolare la curiosità dei lettori, di arricchire le loro conoscenze del mondo antico, della lingua italiana, delle scienze naturali, e soprattutto di promuovere la consapevolezza dell’eredità umana e culturale lasciata loro dal passato e ancora attuale.
Innocenzo Mazzini, già ordinario di storia della lingua latina, nella sua attività pubblicistica ha scritto una quindicina di volumi e 150 saggi, in prevalenza di argomento storico-linguistico e sociolinguistico. Nelle sue ricerche, ha perseguito due fini ultimi: correlare storia e lingua, evidenziare la presenza dell’antico nel presente.
In copertina: Narciso contempla la sua immagine, disegno di Faliero Tamburi, ispirato al Narciso di W. Waterhouse.

DETTAGLI

FORMATO : PDF
LINGUA : italiano
LICENZA : CC-BY-NC-ND
ARGOMENTI : # in Letteratura / Letteratura: storia e critica / Letteratura, storia e critica: studi generali / Letteratura, storia e critica: letteratura antica, classica e medievale
LIVELLO SCOLASTICO: Scuola secondaria di 2° grado , Università